PUB

Questi sono i PUB che costituiscono il VirtuAle Pub, l’estensione fisica di questa realtà. Venite a trovarci per scoprira di cosa sono capaci i nostri Beer Guru

San Marino Cafè di Casal Borsetti (RA)

Il San Marino Casalborsetti è un locale rivolto a tutti, giovani meno giovani, famiglie.
La filosofia del San Marino Cafè si racchiude in una espressione “In ogni momento della giornata, noi ci siamo!”

Infatti il San Marino Cafè si propone come luogo d’incontro, dalla colazione allo spuntino, dall’aperitivo al cocktail con musica dal vivo, dal pranzo veloce alla cena, il tutto con un denominatore comune: qualità come scelta di vita!

Completa il quadro l’immancabile musica con dj selection e dj set, e serate a tema con band locali e non.
Durante il periodo estivo, il grande dehor si trasforma in uno spazio multifunzionale quasi H24…quasi, perché anche Riccardo ogni tanto riposa, poco ma riposa.

Si certo, potete trovare ottimi cocktail…si certo anche ottimi vini…ma la birra! Al San Marino Cafè la birra è una religione. E se la birra è una religione, la pizza lo è altrettanto.
Provare per credere!

Guarda il Video di presentazione

La Piola Borgiallo (TO)

La Piola nasce nel 1992 e da allora è cresciuta tanto senza cambiare mai. E questo è un record! L’obbiettivo è da sempre quello di creare un rapporto di fiducia con il cliente attraverso la qualità del prodotto e la qualità…dello staff ovviamente.

Il menù prevede, sorrisi, accoglienza in stile “benvenuto a casa tua”, ambiente caldo e…120 PANINI, conditi da sei tipi di birra alla spina, bottiglie e ovviamente anche vino e cocktail. Servizio allegro, familiare, divertente e divertito, il tutto accompagnato da ottima musica live.

Si avete letto bene, “servizio divertito” perché a La Piola i primi a stare bene e divertirsi, sono proprio Roberta Valter e Monica, i tre moschett….ehm amici gestori!

Guarda il Video di presentazione

Toro Loco (TA)

Avete presente il fantastico mare del Salento? Ecco il Toro Loco Beer House si trova a venti metri dalla splendida spiaggia Campomarino di Maruggio (TA).
Nasce l’11 aprile 2004 per mano dei fratelloni Michele e Silvano e da subito si è distinto grazie alla qualità dei prodotti e la fidelizzazione dei clienti. Infatti, chi entra oggi nel Toro Loco, si sente a casa…tra pucce, pizze ed altre meraviglie pugliesi per il palato.

Se da un lato il nome del locale tradisce un amore sviscerato per i Litfiba da parte di MIchele, dall’altra non si capisce come Silvano juventino sfegatato, abbia accettato come nome del locale “Toro” Loco. Vabbè, ce lo faremo raccontare.
Pizze, pucce, fritturine, panini hamburger e tanta “ciccia” (la carne non la nostra Roby ndr). Birra? Se si definisce beer house un motivo ci sarà, con sette vie alla spina e circa 30 birre in bottiglia…signori sette vie spina gestite in quel modo nel sud Italia, è da eroi fidatevi!
Nella struttura è presente anche un campo da calcio a 5, dove gli sportivi, non bevono integratori ma birra per recuperare le forze…ah però!

Completano il quadrO, uno splendido giardino dove non mancano le serate di musica live, rigorosamente ROCK e la festa della birra organizzata tra l’ultima settimana di luglio e la prima di agosto.
Che dire…PUCCIA E BIRRA PLEASE!

Guarda il Video di presentazione

Havana Pub (VE)

Havana Pub…”dal tramonto all’alba” (cit.) a praticamente in spiaggia con una grande passione in mano: la BIRRA!
Questo è il locale di Davide a Sottomarina di Chioggia (VE), che gestisce con uno staff affiatato e numeroso…e con la moglie che sovrintende!

Quasi a conduzione familiare nonostante le dimensioni, Havana Club è il classico locale che accoglie dalle famiglie alle persone…come dire…diversamente giovani come lo scrivente.

Non solo birra nel pub di Davide (grande tifoso del Toro ndr), ma anche cocktail, aperitivi, e soprattutto cibo variando dalla pizzeria, griglieria e hamburgeria tutti preparati al momento e con consigli di abbinamento alla birra.

In inverno è un grande “sports and music pub” che può ospitare fino a 200 persone, ma anche musica live e dj set. E in estate un ampio giardino all’aperto, consente di vivere l’esperienza Havana Club con il profumo del mare.
Un pub…praticamente sulla spiaggia. Cos’altro!

Guarda il Video di presentazione

Utopia Pub (PE)

Utopia Montesilvano rappresenta nel suo significato qualcosa di non realizzabile. Ma mai come in questo caso l’affermazione è falsa. Utopia esiste eccome ed ha preso forma nel 2003 per mano di Lucio, un degli ex Ambasciatori di Heineken Italia, nonché Italian Draught Master.

La filosofia di Utopia Lucio la sintetizza in queste due affermazioni: non un semplice pub, una seconda casa! Io non ho clienti, ho amici!
UTOPIA PUB e’ diventato nel corso degli anni un punto di riferimento per gli appassionati di birra della zona di Montesilvano in provincia di Pescara.

Cordialita’, ospitalità e qualità della spillatura sono la forza del locale…perché non avete mai visto la festa di Halloween che organizzano, ormai famosa in tutto l’Abruzzo
A UTOPIA PUB troverai sempre qualcuno con cui condividere una buona birra e una serata in compagnia. Occhio a Cavallo vale il prezzo della serata, fidatevi!

Leggenda narra che nel locale sia scritto da qualche parte, la seguente frase: Utopia Pub sai quando entri…….per la fa fine della frase andateci e leggetela.

Guarda il Video di presentazione

La Lista Bistro e Verde Bistro (VE)

Chi non conosce Venezia?! Ce la invidiano da tutto il mondo.
Però oggi vi propongo un tour diverso, grazie all’intraprendenza di Daniele e ai suoi due locali: un tour da La Lista Bistro al Verde Bistro.

La Lista Bistro è un locale “camaleonte” in servizio dalle prime ore del mattino fino a tarda sera. Non ci credete? Leggete un po’ qua: Breakfast&Brunch ogni giorno e colazioni internazionali, all’inglese, italiana; pranzo e cena con pizze a lievitazione lenta con lievito madre, hamburger di Fassona Piemontese, tagli tomahawk e fiorentine e piatti classici. E ancora bbq ribs, costate galletti alla brace, fritti. Adesso basta mi è venuta fame a scrivere; non mancano certo aperitivi e post cena.

Partendo poi da La Lista, che si trova su una delle arterie principali di Venezia, la Lista di Spagna da cui prende il nome, ci incamminiamo serenamente verso la meta più importante di Venezia: Piazza San Marco. E durante questa passeggiata è d’obbligo fare tappa al…Verde Bistro, a due passi dalla piazza.

Verde Bistro nasce come il nuovo “Bar Verde 2.0”, ovvero come evoluzione di un locale storico degli anni 60. Si trova in una Calle molto caratteristica, di grande flusso turistico e veneziano.
L’offerta va dalla colazione al pranzo e alla cena con prodotti veloci ma freschi e di qualità, come la pinsa romana, la scrocchiarella in pala, hamburger, club sandwich e snacks, anzi “cicchetti” come si chiamano da queste parti, di vario tipo fanno parte della proposta giornaliera.

E la birra? La birra è al centro del progetto dei due locali. Tutta la proposta di food ruota attorno a essa e una cura maniacale del servizio e della spillatura. Inoltre La Lista Bistro è stata premiata come Accademia della Birra…ci sarà un motivo, o no?

Guarda il Video di presentazione

Brasserie Au Vieux Strasbourg (MI)

La Birreria Au Vieux Strasbourg nasce nel 2003 dalla passione di Antonio Di Lello: far innamorare le persone della birra spillandola alla perfezione.
Inizialmente con 6 vie, col passare degli anni le vie sono diventate 10 a cui va aggiunta quella dedicata al tank da 500 litri.

La passione per la birra servita bene si nota subito, bancone al centro del locale, spine lucidissime e sempre con la condensa per il gran lavoro e doppio lavello per sgrassare i bicchieri.
Anche le bottiglie non mancano, le referenze sono abbondanti ma non esagerate e la cucina accompagna sempre le scelte degli avventori.

Sedersi al bancone del pub per la maggior parte dei clienti abituali vuol dire sentirsi a casa. Due chiacchiere sulle novità, le spiegazioni ai nuovi arrivati sul perché i bicchieri vengono “rilavati” o perché la birra viene servita con così tanta schiuma, lo staff le fa sempre con piacere.
Andare all’Au Vieux Strasbourg è come entrare in una grande famiglia.

Guarda il Video di presentazione

Dollaro Cafè (VE)

Toglietegli tutto, ma non la sua Guinnes.
In questa parafrasi di un famosissimo claim pubblicitario, si racchiude la filosofia del Dollaro Cafè e del suo attore protagonista Luca Stramazzo.

Aperto dal 1997 a Dublino…pardon a Sottomarina Chioggia, si distingue subito per la passione irish…coffee? No, Irish Beer! Ovvio, se vuoi un Irish Coffee potrebbero anche fartelo, ma se gli chiedete una “stout” o una “irish red ale” sono sicuramente molto più felici.

Anche perché ti raccontano con passione cosa ti stanno spillando. Per non parlare della cura maniacale del perfetto servizio di tutte le birre, spina o bottiglia.

Famoso anche per i panini e appetizers, tutti cotti al momento e tutti rigorosamente al forno. Perché se è vero l’antico detto italico “fritto è buono tutto”, è altresì vero che al Dollaro Cafè “è tutto buonissimo al formo”. Anche la birra! Scherzetto, la birra al forno anche no…però se volete un tartufo affogato alla Guinness, chiedetelo e non ve ne pentirete.

Guarda il Video di presentazione

Brasserie Bruxelles (MI)

La Brasserie Bruxelles, manco a dirlo è un classico pub belga, che tratta quasi esclusivamente birra belga, pensa alla belga, vive alla belga…però è a Milano.

Questo il suo manifesto, direttamente “rubato” ai boss, approfittando di un attimo di distrazione da pinte.
“Noi della Brasserie Bruxelles odiamo la birra Belga.

La facciamo infrangere con forza nel bicchiere finché non ne esplode la mousse e la decapitiamo subito col tagliaschiuma. Riusciamo a combatterne dieci alla spina e più di cento in bottiglia. Eliminiamo quelle artigianali delle microbrasserie, dei monaci trappisti o d’Abbazia. Non abbiamo certo pietà per le più tradizionali come le Oud Bruin o le Red Flanders, ma neppure per le birre dolci o le acide del Pajottenland”.

Non male vero? Ma chi ci sarà dietro tutto questo integralismo belga birrario? Oltre a Francesco, uno dei fondatori del pub, c’è la sua socia Eleonora che oggi è la publican della Brasserie!

Guarda il Video di presentazione

Murphy’s Meeting Point (TS)

Siamo estremisti!
Si presenta così il Murphy’s Meeting Point, un Irish Pub dove la qualità della spillatura, del servizio e del cibo è imprescindibile. Il tutto accompagnato da un ambiente caldo ed informale dove la parola che li contraddistingue nelle opinioni dei loro clienti è “famiglia”.

L’Arredamento è interamente in legno e i toni sono
caldi ed accoglienti. Se passate per Trieste non potete non fermarvi per una pinta spillata a regola d’arte a scelta tra le loro quattro vie a CO2, due vie a carboazoto, una pompa per birre tipicamente inglesi, e una pompa per le “vere” birre inglesi, ovvero le cask di real ale.

Che cosa sono le cask? La cosa migliore sarebbe farselo spiegare da Diego, il boss, però sappiate che non esiste birra più viva di una cask, perché finisce la sua fermentazione proprio nella cella del locale.

Ed è proprio Diego a decidere come quando e se proporla. Un’arte.
Grande plus del Murphy’s Meeting Point è anche Kristel, un personaggino niente male, alla quale se fossi in voi non chiederei mai “mi fai una bionda per piacere?”.
Si, sono estremisti, toccato con mano!

Guarda il Video di presentazione

The Green Apple (LI)

Chi lo avrebbe mai pensato che in quel di San Vincenzo in provincia di Livorno, in piena terra di vino tra le Doc di Bolgheri e della Val di Cornia, potesse nascere un pub come il The Green Apple, che fa della cultura birraria (e che cultura ndr) il suo punto di forza. Nessuno! Eppure…

Eppure grazie all’intraprendenza di Raffaele e Francesca, The Green Apple è diventato il riferimento della zona per gli amanti della birra, talmente rinomato che i turisti stranieri in estate non mancano di farci visita almeno un paio di volte.

Birre al top e cibo tipico da pub…toscano però, dove non mancano i prodotti della zona come i rinomati taglieri.
Al The Green Apple la storia della birra è di casa. Ed è talmente radicata che Raffaele saluta i suoi ospiti alla sua maniera dicendo loro SE-BAR-BI-SAG. Che cosa significa? Andateci e chiedetelo direttamente a Raffaele alias “Sumero” (e sua moglie Sumera ndr).

Guarda il Video di presentazione

La Tana Del Lupi (GE)

Una storia particolare quella de La Tana del Lupi almeno tanto quanto quella del Massimo…Lupi appunto . La Tana Del Lupi è un locale nel locale, infatti si trova all’interno del Kitchen Mon Amour, locale su tre piani, ricavato da un piccolo condominio nel centro storico genovese aperto nel 2008. E la storia parte da lì.

Un gruppo di soci fonda il Kitchen Mon Amour, un ingresso piccolo che non lascia trasparire l’evoluzione del locale, un po’ come il carattere chiuso dei genovesi.
Un pub ristorante con musica live e dj set, che accontenta tutti i gusti e tutte le età, un ibrido che fa stare bene il cliente che vuole cenare, quello che vuole un po’ più di festa con la musica live oppure fare aperitivo e stuzzicare un piattino, una bella chiacchierata in angolo più silenzioso e appartato.

Tre impianti di birra alla spina, uno per piano, un po’ di tutto anche a rotazione. Al suo interno il già mitico La Tana del Lupi. Un pub nel pub, più piccolo con la stessa proposta di ristorante con hamburger e piatti sfiziosi, qualche birra differente, qualche liquore un po’ diverso dal solito fa avvicinare clienti e amici in una sorta di abbraccio e di coccola. Ritrovo di amici e colleghi di altri locali.

Kitchen e La Tana del Lupi sono prettamente invernali, infatti si trasferiscono in estate al porto antico insieme cambiando nome in Banano Tsunami e Kitchen Summer. Dove? Eh beh…di fianco all’Acquario di Genova! E indovinate un po’ come si sviluppa quest’anima del locale? Su una chiatta galleggiante, per godere dei tramonti del Porto Antico di Genova con una birra, un drink e perché no con una frittura.

Guarda il Video di presentazione

Home Rock Bar (VE)

Benvenuto a casa!
Ti accolgono così Amedeo e Luca a Home Rock Bar un vero e proprio tempio della musica rock a…tutta birra ovviamente!

Un arredamento decisamente ricco e senza compromessi, dove è impossibile non accorgersi della vocazione musicale del locale e dei due Home brothers. Chitarre elettriche, copertine di vinili, poster di concerti e di musicisti, casse e amplificatori… e udite udite, una macchina american style che si affaccia dalla balconata interna!

Tanta birra spillata dai famosi cellar, ovvero dei siluri da 950 litri, accompagnano i pranzi veloci di chi lavora ma soprattutto le serate musicali che sono…di casa appunto. E che artisti…Negrita, Subsonica, Giuliano Palma così giusto per fare dei nomi, che hanno suonato all’Home Rock Bar. Ed ogni serata rock finisce sempre con tutto lo staff che balla in piedi sul lunghissimo bancone, a ringraziare tutti i clienti e amici che hanno partecipato. Spettacolo nello spettacolo.

Apro e chiudo parentesi: avete mai sentito parlare dell’Home Rock Festival? Cercate in rete, salteranno fuori i nomi di Amedeo & Luca. Ma questa è un’altra storia.

Guarda il Video di presentazione

La Baita Mussoi (BL)

Avete mai visto un publican molto alto dietro al bancone? Ma si dai. E uno con una barba molto lunga e folta? Ma certo che si. Scommetto però che altezza e barba foltissima e lunga, entrambe in un publican, è difficile che le abbiate incontrate.

Ecco questo è Igor, che per compensare la sua altezza verticale, ha deciso di posizionare venti vie di spina in orizzontale sul bancone del suo La Baita Mussoi di Belluno.

Venti vie di spina tutte fila come soldatini, non certo un caso se a un tiro di schioppo ci son proprio gli Alpini, allegri e cantanti con tanti birrini. Per non parlare poi dei ricchi panini, molto graditi dai bellunesi cittadini che apprezzano inoltre shottini e spritzini.

Dopo aver scritto lo sproloquio in rima di “ini”, varcata la soglia de La Baita, non prima di aver ordinato una pinta, alzate gli occhi e guardate quanti quadrettini di diplomini ci sono (ini ci risiamo ndr). Perché Igor è uno che la birra la studia, in tutte le sue forme.

Venti vie sono troppe? No poche, purtroppo Igor non ha più posto altrimenti…

PS Se siamo tutti qua sul VirtuAlePub è colpa di Igor, l’idea è sua!

Guarda il Video di presentazione

Stone Age Lissone (MB)

C’era, nel 1989, un locale in Brianza ai tempi unico nel suo genere, era il mitico “Passepartout”, quattro amici al bar si inventarono un locale, adatto a diverse tipologie di clientela, diventando i pionieri di quello che sarebbe diventato tendenza, facendo nascere diversi locali.
Il Passepartout negli anni ha avuto l’onore di ospitare diversi artisti, alcuni già affermati, altri astri nascenti del mondo dello spettaolo, come Antonio Albanese, Giobbe Covatta, Paolo Rossi e Giacomo Poretti, Leonardo Manera e molti altri.
Un locale costruito dalle ceneri di una vecchia latteria che racconta la storia di quei quattro amici, col tempo rimasti in due, che con tanta passione ed anche un po’ di azzardo hanno portato avanti la tradizione che rese quella latteria una birreria con ristorante e pizzeria.
 
Nel 2006, dopo un periodo di pausa di 10 anni, Matteo ed Alessandro due fratelli figli di Lino, uno dei quattro amici che aprirono il locale, decisero di portare avanti ciò che era rimasto in sospeso aprendo il Gandalf Pub e specializzandosi su birre di qualità, offrendo ai clienti moltissimi diversi tipi di birre.
 
In seguito ai consensi ricevuti grazie a diverse iniziative coinvolgenti ed alla qualità dei prodotti offerti Matteo ed Alessandro decideranno poi nel Maggio del 2013 di aprire lo Stone Age, per seguire le orme del mitico Passepartout, una birreria con pizzeria ed una cucina con tante specialità a base di birra preparate dallo Chef Matteo ed una vasta selezione di birre tra cui è possibile scegliere.
Venite a trovarci in Via Bottego 80 a Lissone per conoscere tutto il nostro staff e chiederci altri dettagli della storia del nostro locale!
 
LOCALE
Ristorante pizzeria con una vasta selezione di birre, utilizzata in cucina dallo chef per preparare diverse pietanze a base di birra, dagli antipasti fino ai dolci.
I tavoli, le sedie e l’arredamento, prevalentemente in legno, rendono il locale accogliente e caloroso, presenti anche dei tavoli esterni con vista sul laghetto adiacente alla struttura intorno al quale è possibile fare delle passeggiate.
Oltre ai tavoli è presente un lungo bancone dove è possibile sostare sia per le colazioni la mattina che per bere una birra vicino alle spillatrici nel corso della giornata.
 

 

Articoli recenti

Ultime Novità

Categorie

Archivi