Descrizione Progetto

AUTORE

Gruppo: Birrifici e Mastri Birrai

CATEGORIA

Storie di birrifici e mastri birrai

PUBBLICATO IL

03/08/2020

SOCIAL

Siamo a Fiera di Primiero ai piedi delle Dolomiti, dove tutto sembra diverso, più curato, più ricco, dove la natura è dominante e dove l’illusione è che i sogni possano diventare realtà!

Ho scritto sembra perché, in ogni storia, in ogni cammino, i sogni dobbiamo sudarli! Quando parliamo di FaBIO e Nicola il NOC’ non parliamo solo di birra ma di due ragazzi che, da un piccolo sgabuzzino sotto casa, sognavano di aprire un birrificio artigianale. Hanno studiato, si sono impegnati al massimo e hanno lavorato senza sosta. Nel 2003 hanno prodotto le prime birre “sperimentali” e nel 2012 hanno dato inizio all’attività del birrificio.

Dal 2012 al 2013, la prima birra, la Staion (saison, stile belga) fu prodotta in un birrificio amico. Nel 2013 dopo aver ottenuto i vari permessi, il birrificio cominciò la produzione e, nel giro di pochi anni, grazie anche all’apertura della “Bottaia” dove si producono le Lambic  (birre a fermentazione naturale, stile belga, il loro fiore all’occhiello), quei due ragazzi, cominciarono a raccogliere i frutti delle loro fatiche a suon di premi: “Birra dell’Anno” in Italia; nel 2018 al “Barcelona Beer Challenge” vinsero una lunga lista di premi, apripista per “l’European Beer Stars” dove vinsero la medaglia d’oro più ambita con la ALBICOPPE (Lambic alle albicocche) che portò il birrificio ad essere inserito tra i migliori al mondo.

Ma come ho scritto prima è tutto frutto di tanto sacrificio. E allora facciamo un passo indietro, impariamo a non guardare solo il lato bello delle medaglie e diamo il giusto premio a questi ragazzi…
BioNoc’ non è solo un birrificio, è la forza, è la mentalità di un paese intero. BioNoc’ è sinonimo di collaborazione. Dalle acque purissime della Valle del Primiero (pensate che ogni famiglia ha ancora le proprie fonti) nasce questa fantastica birra. E non solo!!!

In alcune zone si coltivano i luppoli e in altre i cereali anche se, attualmente, non tutte le birre vengono prodotte con luppolo e cereale di proprietà però, si spera, sia il prossimo futuro.

Le etichette per le bottiglie vengono stampate in una serigrafia del paese e, spesso, la creatività è opera di qualche artista locale. Per una gita con degustazioni in alta quota c’è Elisa, una guida espertissima. Se preferite evitare le camminate, vi aspetta il ristorante la DOGA con un’eccellente cucina casalinga che Fabio ha trasformato nella prima birroteca del Trentino.
Volete sapere cos’è per me BioNoc’?
UNA GRANDE FAMIGLIA!!!

Iscriviti & rimani sempre aggiornato

VirtuAlePub è un grande pub virtuAle, dove poter virtualmente bere e parlare di  birre.

Costruiamo INSIEME la più grande comunità di gestori di pub e di amanti della birra,

che si incontrano per parlare, consigliare, cazzeggiare, bere, visitare

…e chissà cos’altro.

 Accomodati al bancone virtuAle

SEGUICI